FRATI MINORI - PROVINCIA SERAFICA DI SAN FRANCESCO D’ASSISI
19 gennaio 2018
VENERDÌ della II sett. del T.O.
FERIA (verde)

Messa a scelta

1Sam 24,3-21 • Sal 56 • Mc 3,13-19 

Liturgia delle Ore: Ven. II sett. – Ufficio della feria


Francesco coltivava la modestia che è il decoro di tutte le età, testimone di innocenza, indizio d’un cuore puro, gloria particolare della coscienza, garanzia della buona riputazione.
San Francesco d’Assisi, Vita Prima
#cap1 #cap2
Vivi con gioia… nella tua Terra!
1500 giovani al Capodanno ad Assisi
I corsi SOG dei Frati Minori di Assisi
19/01/2018  17:26
L’amore ha bisogno di tempo
Ritiri per famiglie

19/01/2018  08:28
Perugia e i francescani
Una storia di reciproca gratitudine

18/01/2018  09:42
Se questo è amore
In cammino per decifrare il linguaggio dell’amore

18/01/2018  09:18
Celebrazioni per Sant’Agnese
Con Bassetti al Monastero di Perugia

17/01/2018  09:21
Settimana di preghiera 2018 per l’unità dei cristiani
Messaggio del Ministro generale OFM

16/01/2018  09:30
Insieme per difendere la dignità della persona
Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

16/01/2018  09:03
Assemblea Custodiale 2018
Incontro dei Frati Minori in Sardegna

15/01/2018  10:29
Noi e l’islam. I primi martiri francescani
Celebrazioni a Terni

ESERCIZI SPIRITUALI, RITIRI
& PELLEGRINAGGI

Dove sei?
19/01/2018 - 22/01/2018     Corso per Single
Porziuncola in S. MARIA DEGLI ANGELI

5 Pani e 2 Pesci
08/02/2018 - 13/02/2018     Scuola di Preghiera
San Francesco - MONTELUCO

Al centro, per fare centro
28/03/2018 - 01/04/2018     Triduo Pasquale
San Francesco - MONTELUCO

Vedi tutte le attività in programma

ATTIVITÀ PER I GIOVANI

Corsi e Iniziative - Servizio Orientamento Giovani
AGENDA EVENTI & CELEBRAZIONI

Santa Maria degli Angeli, 19-21 gen
Giovani & Missione
Formazione missionaria: II tappa

Monastero di Monteluce (PG), 21 gen
Signore, insegnaci a pregare
Incontri per tutti

Hotel Domus Pacis - Assisi (PG), 29 gen-2 feb
L’annuncio vocazionale
2° Incontro del III Master Vocazionale

8 feb
Contro la Tratta di Persone
Giornata Mondiale di Preghiera e Riflessione

Monastero Sant’Agnese (PG), 9-11 feb
I Moti del Cuore: “Lo Spazio della Libertà”
Corso giovani 18-35


Continua a leggere
La più antica testimonianza dell’Ave Maria

La più antica formulazione scritta dell’Ave Maria è in lingua latina e si trova nel codice da bisaccia che ebbe in uso il beato Antonio da Stroncone (1391-1461). Quando questi morì nel Convento di San Damiano presso Assisi fu sepolto nella medesima chiesa e il suo libretto di preghiere fu conservato come una reliquia dai frati. Quando nel 1809 il corpo di frate Antonio - beatificato dal papa beato Innocenzo XI nel 1687 - fu portato da Assisi a Stroncone il suo libretto di preghiere rimase nel convento assisano dove è tuttora conservato (cfr. G. Boccali, Il Libricto del beato Antonio conservato a San Damiano: studio e edizione integrale, in Il beato Antonio da Stroncone, I, Assisi 1993, pp. 87-161). Successivamente l’Ave Maria fu tradotta nelle varie lingue e oggi assieme al Padre nostro è diffusa in tutto il mondo.

Continua a leggere
L’Eterno entra nel tempo

“Siamo al culmine dell’attesa: con i Primi Vespri la Vigilia sconfina nella festa del Natale. Il canto del Martirologio ci ha introdotti nel Tempo di Dio”, ha detto p. Stefano Orsi che ha presieduto i Primi Vespri di questo Natale nella Basilica papale di Santa Maria degli Angeli”.

Continua a leggere
SAN PONZIANO

Il giovane Ponziano di Spoleto, di nobile famiglia locale del tempo dell'imperatore Marco Aurelio, durante una notte avrebbe avuto un sogno, in cui il Signore gli diceva di diventare un suo servitore. Così Ponziano si mise a predicare il nome del Signore, combattendo le persecuzioni dei cristiani promosse dal giudice Fabiano. La tradizione vuole che quando fu arrestato un giudice gli chiese come si chiamasse e lui rispose ”Io sono Ponziano ma mi puoi chiamare Cristiano”. Durante l'arresto venne sottomesso a tre prove: fu buttato nella gabbia dei leoni, ma i leoni non si avvicinarono, anzi si fecero accarezzare; fu fatto camminare sui carboni ardenti, ma ci passò senza problemi; fu messo senza acqua e cibo, ma gli angeli del Signore gli portarono cibo e acqua. Alla fine venne condotto su un ponte dove gli fu tagliata la testa. Da quel giorno il ponte è conosciuto come Ponte Sanguinario.

Continua a leggere